Sparano a un daino, muore dissanguato dopo un’ora

Collesalvetti. Passanti lo vedono ferito a bordo strada in via delle Sorgenti alle Panzane. Si fermano a soccorrerlo ma non arriva nessuno e l’animale non ce la fa.

LIVORNO. Un daino ferito, con un foro da pallettoni sulla coscia, sanguinante. Cerca di scappare, ma non ce la fa: è disteso a bordo strada, sulla via delle Sorgenti, a Nugola, in corrispondenza del curvone delle Panzane, verso Livorno, sul lato sinistro. Qualcuno gli ha sparato e lo ha lasciato lì a morire. Lo vede un passante, Massimo Giannola, camionista di Collesalvetti di 46 anni, che insieme ad altri cittadini cerca di aiutarlo. Per un’ora il gruppetto di soccorritori chiamano Lipu, ambulanza veterinaria, forze dell’ordine, guardie venatorie ma nessuno arriva. Il tempo passa e il daino non ce la fa: muore tra le braccia di Giannola e degli altri passanti. “Non c’è stato niente da fare. Io credo che se i soccorsi fossero venuti prima, una speranza di salvarsi quel daino avrebbe potuto giocarsela. E invece purtroppo è morto dissanguato, mentre io e gli altri gli tamponavamo la ferita”, dice il 46enne.
Fonte IL TIRRENO LIVORNO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *